Il laboratorio in pratica


Il nostro percorso


Il progetto lottadanza nasce dalla sintesi tra esperienze di attivita' sportive ed agonistiche, nello specifico arti marziali e giochi di squadra (judo basket calcio), con metodologie e professionalita' maturate in ambito educativo in strutture pubbliche e private.

Alcune nostre date importanti.


Laboratori attivi 2016/2017


Lottadanza non e' solo un laboratorio "di palestra", ma prevede anche progetti specifici di benessere ed attività fisica della durata di una giornata e/o di un weekend da svolgersi all'aperto e/o in ambienti esterni.


colori



Cosa si fa in laboratorio


Si affrontano limiti e paure (lotta) con la capacita' che abbiamo a livello fisico di coinvolgerci e giocare (danza) fornendo soluzioni innovative e creative ai problemi favorendo la comunicazione con gli altri.

Il lavoro all'interno del laboratorio prevede momenti di allenamento individuale e di gruppo.

Nell'attivita' individuale i partecipanti imparano a muoversi in maniera adeguata e coordinata collegando respirazione e movimento e inseriscono tecniche di base di attività sportive, di controllo ed espressivita' corporea.

Nell'allenamento di gruppo prevalgono il gioco, il confronto con le regole e con gli altri e si apprendono tecniche di contatto fisico (lotta-gioco) e schemi di movimento organizzato.


"Imparo a danzare sulle mie paure" - Massimiliano


L'organizzazione pratica


Il gruppo di lavoro standard è formato dal CONDUTTORE e da un EDUCATORE di supporto che ha il compito di coadiuvare il conduttore nella gestione del gruppo soprattutto nei momenti di verifica individuale. Dove previsto dal progetto sarà presente un ACCOMPAGNATORE che avrà anche la funzione di gestire lo spogliatoio.

Nell'arco dell'anno sono previsti momenti di verifica del gruppo operativo, del gruppo allargato di lavoro e con i genitori o referenti dei partecipanti. Se richiesta verrà fornita a fine corso documentazione scritta e/o visiva del laboratorio.

ogni progetto è calibrato sul gruppo dei partecipanti e sugli obiettivi individuati.


image015



Esempio di una sessione di laboratorio


Schema di operativita':


UNA SESSIONE DI 90 MINUTI PREVEDE:

frecciagiu

UN MOMENTO DI ACCOGLIENZA E DI SALUTO

frecciagiu


ESERCIZI DI RISCALDAMENTO FISICO ED EMOTIVO

ESERCIZI DI RESISTENZA E CONCENTRAZIONE

RESPIRAZIONI ED ASCOLTO DI SE'



RIPETIZIONE DEGLI ESERCIZI DELLE PRECEDENTI SESSIONI

ACQUISIZIONE DI NUOVE TECNICHE E VERIFICA COL CONDUTTORE E COL GRUPPO

VERIFICA ATTRAVERSO PROVE DIRETTE

CAPRIOLE E TECNICHE ACROBATICHE

GIOCO DI GRUPPO OD A SQUADRE

frecciagiu

UNA FASE DI RILASSAMENTO

frecciagiu

UN MOMENTO DI CONCLUSIONE E DI SALUTO.




image031
image033
image035

Metodologie



Il gioco è il più importante strumento di supporto agli apprendimenti in quanto facilita l’acquisizione di nuove autonomie, potenzia le capacità dei singoli stimolandone la creatività, favorisce l’integrazione dei singoli tra loro e nel gruppo.

Momento determinante della fase ludica è la lotta-gioco che favorisce la libera espressione psico-fisica e consente un confronto concreto con i propri limiti e con gli altri rimanendo comunque sempre all’interno di una situazione costruttiva di gioco.

Il laboratorio prevede per supportare e potenziare i risultati ottenuti attravero gli strumenti fisici l'utilizzo di materiali prodotti dagli stessi partecipanti quali stesura di un diario di attivita' e riflessioni personali, produzione di disegni ed elaborazioni grafiche, nonche' la visione e la rielaborazione di gruppo delle sessioni di allenaamento tramite strumenti audiovisivi.